ADATA SX1000L, SSD per Sistemi Server

Commenti

ADATA SX1000L, SSD per Sistemi Server

ADATA presenta quest’oggi un aggiornamento riguardante il segmento memorie flash SSD che vanno ad occupare la fascia enterprise del mercato; parliamo della serie SX1000L, modelli destinati a sistemi server e per questo motivo assemblati utilizzando la tecnologia static wear-leveling per incrementare l’MTBF, il tempo medio che trascorre prima che si possa verificare un danneggiamento dell’unità.

Come qualsiasi unità SSD, i modelli SX1000L sono disponibili con form factor SATA standard da 2,5 pollici ed è dotata di tecnologie di controller avanzate per assicurare migliori prestazioni in lettura e scrittura dei dati. La velocità di lettura sequenziale raggiunge i 560 MB/s, mentre il valore in scrittura tocca un picco di 340 MB/s; gli IOPs sono pari a 73.000 e 45.000 quale massi mo rispettivamente per letture e scritture di dati 4K random.

Al momento non si conoscono i relativi prezzi di vendita ma sappiamo che verranno distribuiti in tagli da 100 e 200 GB.

Queste le caratteristiche:

  • 5-Year warranty
  • MTBF: 1,500,000 hrs
  • TRIM Support (requires OS support)
  • NCQ Support
  • Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology (S.M.A.R.T.) Support
  • Backwards compatible with SATA II
  • Complies with ATA-8/ACS-2 Standard
  • 3.5” desktop conversion bracket
  • Acronis True Image HD, Disk Migration Utility
  • OS Compatibility: Windows 7, 8 / Windows XP / Windows Vista / Mac OS X / Linux
Francesco Bruno

Autore

Francesco Bruno

Francesco Bruno, appassionato di informatica dall'età di 14 anni. Da allora ha assimilato, con costanza, conoscenze ed esperienze riguardante in particolare l'hardware e l'overclock di essi. Passione che negli ultimi anni si fonde con quella per la Grafica 3D, e con l'impiego di alcuni dei più noti programmi del settore gli hanno permesso di studiare in visualizzazione architettonica fotorealistica. Dal 2013 su ReHWolution come newser e recensore di hardware, ruolo desiderato sin dal 2009, periodo in cui per la prima volta entra a far parte nel mondo delle comunità informatiche.

Leggi anche...

Altri Post

Commenti su questo articolo