“Eurora” e “Aurora Tigon”: i due SuperComputer Italiani più efficienti a comandare la Green 500

Commenti

Eurora e Aurora Tigon: i due SuperComputer Italiani più efficienti a comandare la Green 500

La battaglia dei SuperComputer continua senza alcuna sosta tra i progettisti delle varie nazioni, sfidandosi per raggiungere non solo l’obiettivo per la massima potenza di calcolo, ma anche per avere un impatto ecologico sempre inferiore. Infatti se da un lato esiste la classifica dei SuperComputer più potenti, dall’altra troviamo l’ormai famosa classifica Green500, lista che racchiude le macchine più efficienti in relazione alla potenza di calcolo. Nell’ultimo aggiornamento della Green500 List, troviamo nei primi due posti due Italiane che utilizzano la tecnologia nVidiaTesla.

In dettaglio, a comandare la classifica è “Eurora” equipaggiato con acceleratori GPU basati su architettura nVidia Kepler, ossia gli acceleratori a elevate performance più efficienti mai realizzati, raggiungendo cosi una potenza di 3,210 MFlop per watt, il che lo rende praticamente 2.6 volte più efficiente del primo SuperComputer Météo France. Non solo; “Eurora” supera di gran lunga anche “Beacon”, il più efficiente tra i sistemi basati su acceleratori Intel Xeon Phi, installato presso il National Institute for Computational Sciences della Università del Tennessee.

Il secondo posto, invece, è occupato da “Aurora Tigon“, e anche in questo caso si tratta di un sistema Italiano, installato a Chieti presso Selex ES. Questi due sistemi ai vertici della classifica mondiale sono entrambi equipaggiati con acceleratori GPU NVIDIA Tesla K20 montati su server ad alte performance “Aurora” dell’italiana Eurotech.

 

Francesco Bruno

Autore

Francesco Bruno

Francesco Bruno, appassionato di informatica dall'età di 14 anni. Da allora ha assimilato, con costanza, conoscenze ed esperienze riguardante in particolare l'hardware e l'overclock di essi. Passione che negli ultimi anni si fonde con quella per la Grafica 3D, e con l'impiego di alcuni dei più noti programmi del settore gli hanno permesso di studiare in visualizzazione architettonica fotorealistica. Dal 2013 su ReHWolution come newser e recensore di hardware, ruolo desiderato sin dal 2009, periodo in cui per la prima volta entra a far parte nel mondo delle comunità informatiche.

Leggi anche...

Altri Post

Commenti su questo articolo