AMD Ryzen ThreadRipper: i die sono 4, ma perché?

Il dibattito principale generato dopo la presentazione di Threadripper fu relativo alla struttura interna della CPU stessa che, come ormai sappiamo un po’ tutti, è formata da quattro die. Dibattito che principalmente fu alimentato dai tester, in particolare dal noto der8auer il quale aveva destato l’interesse di tutti praticando quello che viene ormai comunemente chiamato “delidding”, ovvero la rimozione dell’IHS della CPU. 

Giusto per capirci, l’attuale architettura di AMD Ryzen prevede due CCX da 4 core per die, quindi una CPU a 16 Core dovrebbe normalmente averne due.

Come di consuetudine, in quel caso non mancarono ipotesi e speculazioni: i ThreadRipper avevano due die disattivati, oppure erano dei processori Epyc fallati, o, meglio ancora, si trattava di sample che per comodità di costi e tempo erano stati così configurati. A tal proposito, AMD rispose che i due die in più erano stati inseriti per avere una struttura interna simmetrica e di conseguenza dare maggior stabilità in termini fisici alla CPU, inoltre aveva sottolineato che un processore ThreadRipper non è un Epyc fallato.

Ora che i Ryzen ThreadRipper sono disponibili, der8auer ha voluto verificare se i modelli retail hanno o meno la stessa caratteristica dei primi sample: la risposta è si, come del resto si evince dall’ultimo video postato dall’overclocker su youtube dove è possibile vedere come la soluzione Ryzen ThreadRipper 1950X impiegata conferma non solo quanto detto sopra, ma anche che i die aggiuntivi sono reali ma disattivati.

AMD quindi ha detto che lo scopo di tale scelta sia stata voluta appositamente per una questione di stabilità alla struttura, ma molti si chiedono perché si dovrebbero sprecare due die “buoni” quando non si tratta di chip Epyc malriusciti e deve solo bilanciare la CPU sotto il profilo della sollecitazione meccanica? O AMD sta lavorando già a un processore desktop a 32 Core?

Le domande si sprecano tra gli appassionati, ma al momento le risposte di AMD non hanno convinto Der8auer che è sicuro che la presenza di due die in più utilizzati non sono altro che un package Epyc fallato.

Francesco Bruno

Autore

Francesco Bruno

Francesco Bruno, appassionato di informatica dall'età di 14 anni. Da allora ha assimilato, con costanza, conoscenze ed esperienze riguardante in particolare l'hardware e l'overclock di essi. Passione che negli ultimi anni si fonde con quella per la Grafica 3D, e con l'impiego di alcuni dei più noti programmi del settore gli hanno permesso di studiare in visualizzazione architettonica fotorealistica. Dal 2013 su ReHWolution come newser e recensore di hardware, ruolo desiderato sin dal 2009, periodo in cui per la prima volta entra a far parte nel mondo delle comunità informatiche.

Leggi anche...

Altri Post