AMD A10 6800K: APU Richland sul banco di prova | Recensione

Nessun commento

AMD A10 6800K: APU Richland sul banco di prova | Recensione

Fin dalla sua nascita, AMD (Advanced Micro Devices) ha sempre offerto una valida alternativa ai propri concorrenti, il più delle volte ad un prezzo sensibilmente inferiore. Con una carriera iniziata con l’AMD 8080 (controparte “verde” dell’Intel 8080), e giunta ai giorni nostri con le piattaforme Vishera e Richland (rispettivamente, CPU serie FX e APU serie Ax), AMD ha visto momenti della sua storia in cui ha prevalso sull’avversario, e altri in cui ha accelerato il passo investendo in R&D per raggiungere livelli prestazionali più vicini alla maggiore avversaria (Intel, appunto). Gli ingenti investimenti dell’azienda di Sunnyvale hanno portato allo sviluppo di una categoria “a parte” di unità di elaborazione, le cosiddette APU (Accelerated Processing Unit), che integrano al loro interno una CPU ed una GPU discreta, il tutto ad un costo sensibilmente inferiore rispetto alle soluzioni Intel, senza considerare le maggiori prestazioni nell’ambito dell’elaborazione grafica in cui l’azienda di Santa Clara non riesce ad affermarsi stabilmente, nemmeno con la sua ultima generazione di CPU Haswell. AMD A10 6800K: APU Richland sul banco di prova | Recensione Il mondo delle APU è cominciato 3 anni fa, con la piattaforma E350, caratterizzata da una APU saldata su scheda madre (di solito, una mini-ITX), le cui prestazioni erano mediocri ed il prezzo elevato, visto il fattore “novità” di cui era caratterizzata una piattaforma a basso consumo e piccolo ingombro. L’evoluzione dei sistemi APU di AMD ha raggiunto, prima con Trinity (serie 5xxx) e adesso con Richland (serie 6xxx) livelli prestazionali consistenti, il tutto ad un prezzo aggressivo e concorrenziale. Proprio oggi, avremo sul banco di prova una AMD A10 6800K, APU della famiglia Richland, per la precisione il modello di punta, caratterizzato da moltiplicatore sbloccato (serie -K), associato ad una MSI FM2-A85XA-G65, gentilmente fornitaci da MSI Italia per effettuare la nostra recensione.

Il verdetto di ReHWolution

AMD A10 6800K

"La nuova generazione di Accelerated Processing Units di AMD, che aggiorna la lineup con processori caratterizzati dalle stesse fasce prezzo e prestazioni superiori."

Pro

  • Prestazioni GPU integrata di gran lunga superiori alla soluzione di punta di Intel
  • Prezzo contenuto
  • Compatibilità con schede madri e dissipatori che supportano AMD APU di generazione Trinity
  • TDP di soli 100W per la soluzione di punta, integrante CPU Quad Core e GPU di potenza discreta

Contro

  • Prestazioni lato CPU non sorprendenti per una soluzione Quad Core a tale frequenza, AMD deve lavorare sull'IPC per poter diventare competitiva in tutti i campi

Breakdown

  • 100%
Ciro Sdino

Autore

Ciro Sdino

Direttore responsabile di ReHWolution, con la passione per qualsiasi cosa funzioni con un processore fin dal lontano 1995, anno in cui “misteriosamente” la sua CPU avviò un processo di fusione nucleare nel case. Da allora, con impegno e imparzialità analizza hardware e software di ogni tipo, con un occhio di riguardo per l’overclock.

Commenti su questa Recensione