ASRock Fatal1ty Z270 Gaming K6 e Kaby Lake i5 7600k

Nessun commento

Di seguito, le caratteristiche complete della Fatal1ty Z270 Gaming K6, ulteriori informazioni sono consultabili in versione integrale sul sito ufficiale del produttore (ASRock):

ASRock Fatal1ty Z270 Gaming K6 e Kaby Lake i5 7600k

Rinfrescando, in un certo senso, il design delle motherboard della fascia media (intesa come fascia di mercato, visto che la fascia alta è occupata al momento da X99), con le Z270 ASRock punta ad uniformare i design di tutte le sue lineup. Come è infatti evidente, questa Z270 Gaming K6 presenta un design del tutto simile a quello della X99 Gaming i7 da noi precedentemente recensita (QUI la review), con il nero opaco ed il rosso sangue negli accent, dissipatori voluminosi e, per la prima volta, un sistema di illuminazione RGB che “colora” la zona del pannello I/O, la cover della sezione audio integrata della scheda madre e il dissipatore del PCH.

Sotto al cofano, i cambiamenti rispetto alla Z170 Gaming K6, però, sono pochi, come il nuovo processore audio Realtek ALC1220 (aggiornamento dell’ALC1150), due slot M.2 32Gbps (invece di uno), gli slot PCI-E inoltre presentano i cosiddetti “PCI-E Steel Slots”, che consistono in una gabbia metallica di rinforzo per gli slot PCI-E 16x meccanici. Anche in questo caso la sezione di alimentazione, composta da 12 fasi digitali, alimenta il socket LGA1151 al centro della parte superiore della scheda, portando il supporto a tutte le CPU di sesta e settima generazione di Intel. Sul fronte RAM, sono supportati fino a 64GB di memoria e una frequenza massima di 3866 MHz (identicamente alla Z170).

Gli slot PCI-E sono 6, 3 di tipo 16x meccanico e 3 di tipo 1x meccanico (aperti, in modo da consentire l’installazione di schede che richiedono slot meccanici di dimensioni superiori), con il supporto a AMD CrossFireX 3-Way o NVIDIA SLI 2-way (con schede single GPU) e Quad SLI (con schede dual GPU).

ASRock Fatal1ty Z270 Gaming K6 e Kaby Lake i5 7600k

Facendo parte della linea gaming, molta cura è stata dedicata alle features per i giocatori: sebbene non ci siano più i 3 mesi di XSplit Premium inclusi nella confezione (a differenza di Z170), troviamo a bordo due chip Gigabit Ethernet di Intel (abbandonando FINALMENTE le cavolate tipo “Killer Gigabit Ethernet” che aggiungono solo software e driver invasivi), un sistema audio Creative Sound Blaster Cinema 3 e la Fatal1ty Mouse Port, tramite la quale è possibile configurare la frequenza di aggiornamento del mouse, migliorando la reattività e abbassando le latenze.

Lato storage, oltre ai 2 già menzionati slot Ultra M.2, sono presenti otto porte SATA 3.0 (niente SATA Express, finalmente) e due header USB 3.0 (non v’è traccia dei nuovi header USB 3.1 Type-C frontali).

Ovviamente, visto che la mainboard fa parte della serie Fatal1ty, sono presenti i classici tasti on-board per avvio e reset, con uno schermo DEBUG per una diagnostica semplificata della scheda.

Oh, e nel bundle è presente un bridge SLI HB, che da solo ha un valore di circa 30€.

Il verdetto di ReHWolution

ASRock Fatal1ty Z270 Gaming K6 e Kaby Lake i5 7600k

"La ASRock Z270 Gaming K6 è un concentrato di features e design, con l'introduzione sulle schede dell'azienda di illuminazione RGB."

Pro

  • Design interessante e non appariscente
  • Stesso prezzo della generazione precedente ma con tante features in più
  • Supporto ad Intel Optane
  • Due slot Ultra M.2 da 32Gbps

Contro

  • La nuova generazione offre pochi cambiamenti rispetto a quella precedente, sia lato mainboards che CPU

Breakdown

  • Design e qualità costruttiva 100%
  • Prestazioni e overclock 90%
  • Compatibilità e connettività 90%
  • Prezzo 100%
Ciro Sdino

Autore

Ciro Sdino

Direttore responsabile di ReHWolution, con la passione per qualsiasi cosa funzioni con un processore fin dal lontano 1995, anno in cui “misteriosamente” la sua CPU avviò un processo di fusione nucleare nel case. Da allora, con impegno e imparzialità analizza hardware e software di ogni tipo, con un occhio di riguardo per l’overclock.

Commenti su questa Recensione