Cooler Master Masterkeys Pro L | Recensione

Nessun commento

Cooler Master Masterkeys Pro L | Recensione

Continuando sulla scia di successo della serie Maker (Make it Yours), Cooler Master oggi ci propone una tastiera RGB meccanica che fa da erede alla QuickFire XTi, tastiera meccanica la cui limitazione era la retroilluminazione con una gamma cromatica che poco riusciva ad adattarsi ad ogni configurazione o preferenza.

Cooler Master Masterkeys Pro L | Recensione

Con un design interno rinnovato per far spazio a switch Cherry MX Brown e allo stesso tempo LED RGB a 16.7 milioni di colori e svariate modalità di illuminazione, la Cooler Master MasterKeys Pro L, insieme alla Cooler Master MasterKeys Pro S (con design TKL, TenKeyLess, senza il tastierino numerico) è il nuovo esponente della linea gaming dell’azienda. Detto questo, non mi resta che augurarvi buona lettura!

Il verdetto di ReHWolution

CoolerMaster Masterkeys Pro L

"Una tastiera dal design spartano, solida, con retroilluminazione RGB e switch meccanici, il tutto secondo la corrente di pensiero "Make it yours"."

Pro

  • Materiali di qualità e tanta solidità
  • Cavo micro-USB removibile
  • Personalizzazione semplice ed immediata
  • Design minimalista e spartano

Contro

  • Nessun porta USB pass-through
  • Prezzo leggermente alto

Breakdown

  • Prestazioni 90%
  • Ergonomia ed estetica 80%
  • Prezzo 90%
Ciro Sdino

Autore

Ciro Sdino

Direttore responsabile di ReHWolution, con la passione per qualsiasi cosa funzioni con un processore fin dal lontano 1995, anno in cui “misteriosamente” la sua CPU avviò un processo di fusione nucleare nel case. Da allora, con impegno e imparzialità analizza hardware e software di ogni tipo, con un occhio di riguardo per l’overclock.

Commenti su questa Recensione