Google presenta YouTube Music, il nuovo competitor di Spotify e Apple Music

Commenti

Google ha da poco presentato il suo nuovo servizio di streaming musicale, YouTube Music, attraverso un post nel suo blog ufficiale. Music offrirà due diversi modelli, uno gratuito con pubblicità e uno premium che, al costo di 9,99 dollari al mese, offrirà alcune interessanti funzionalità.

YouTube Music Premium permette di ascoltare tutti i contenuti musicali senza pubblicità, riprodurli in background e poterne effettuare il download per la fruizione offline. Assieme a Music Premium, Google ha presentato anche YouTube Premium, precedentemente conosciuto sotto il nome di YouTube Red, il quale estende tutte queste funzionalità anche alla raccolta video e permette l’accesso ai contenuti originali realizzati da YouTube.

Il costo di YouTube Premium è di 12,99 dollari al mese, 2 dollari più di Red. Coloro che hanno già sottoscritto un abbonamento a Red potranno mantenere invariato il canone mensile di 9,99 dollari e godere degli stessi vantaggi.

YouTube Music entra a far parte anche della sottoscrizione a Google Play Music senza costi aggiuntivi. Google afferma che Play Music continuerà ad esistere, tuttavia è chiaro che il nuovo servizio lo sostituirà gradualmente sino a rimpiazzarlo del tutto. YouTube Music offrirà anche una nuova applicazione per Android e iOS, assieme ad un riproduttore musicale riprogettato per l’utilizzo su ambienti desktop.

È chiaro che con YouTube Music Google punta a contrastare i principali concorrenti nel campo dello streaming musicale come Spotify e Apple Music, facendo leva sull’enorme parco canzoni, video ufficiali, cover e remix che popolano la celebre piattaforma. La nuova schermata principale dell’applicazione è pensata per offrire suggerimenti basati sui gusti e la posizione dell’utente: ci si trova in palestra? YouTube Music proporrà una playlist pensata per gli allenamenti.

Francesco Bruno

Autore

Francesco Bruno

Francesco Bruno, appassionato di informatica dall'età di 14 anni. Da allora ha assimilato, con costanza, conoscenze ed esperienze riguardante in particolare l'hardware e l'overclock di essi. Passione che negli ultimi anni si fonde con quella per la Grafica 3D, e con l'impiego di alcuni dei più noti programmi del settore gli hanno permesso di studiare in visualizzazione architettonica fotorealistica. Dal 2013 su ReHWolution come newser e recensore di hardware, ruolo desiderato sin dal 2009, periodo in cui per la prima volta entra a far parte nel mondo delle comunità informatiche.

Leggi anche...

Altri Post

Commenti su questo articolo