Galaxy Note 9, si punta all’Intelligenza Artificiale

Se da un lato il brand Samsung è considerato il numero uno a livello mondiale nel settore mobile lato Android, dall’altro non si può dire la stessa cosa sull’Intelligenza Artificiale applicata ai suoi prodotti, e vista la concorrenza ormai troppo avanti riguardo a tale tecnologia, vedi Google, Amazon e Apple, il colosso coreano non può certo più dormine sonni tranquilli.

Quindi non possiamo stupirci se il prossimo Galaxy Note 9, che l’azienda presenterà con ogni probabilità ad agosto, sarà incentrato su un nuovo “livello” di Intelligenza Artificiale e mostrerà la prossima versione dell’assistente virtuale: Bixby 2.0.

Cosa cambierà rispetto alla versione attuale resta un’incognita, ma una recente dichiarazione di Gray G. Lee, responsabile AI di Samsung, al Korea Herald fa presagire una migliore capacità di riconoscimento vocale, maggiore rapidità di auto-apprendimento e tempi di risposta ridotti rispetto alla versione attuale.

Per raggiungere questi obiettivi, Samsung vuole investire in modo importante: il colosso coreano prevede l’apertura di diversi centri dedicati all’AI, farà assunzioni per portare a 1.000 il personale dedicato e sta valutando acquisizioni di piccole aziende d’eccellenza nel campo.

Francesco Bruno

Autore

Francesco Bruno

Francesco Bruno, appassionato di informatica dall'età di 14 anni. Da allora ha assimilato, con costanza, conoscenze ed esperienze riguardante in particolare l'hardware e l'overclock di essi. Passione che negli ultimi anni si fonde con quella per la Grafica 3D, e con l'impiego di alcuni dei più noti programmi del settore gli hanno permesso di studiare in visualizzazione architettonica fotorealistica. Dal 2013 su ReHWolution come newser e recensore di hardware, ruolo desiderato sin dal 2009, periodo in cui per la prima volta entra a far parte nel mondo delle comunità informatiche.

Leggi anche...

Altri Post