Yahoo avvisa ufficialmente gli utenti hackerati nell’attacco del 2013

Yahoo!, famoso portale web di servizi Internet rivolto al mondo business e consumer, negli ultimi anni è stato probabilmente la vittima preferita degli hackers, e per chi avesse qualche dubbio su quest’ultima teoria, vi rinfreschiamo rapidamente la memoria: il primo attacco importante fu effettuato nel 2013, accertati finora oltre 1 miliardo di account compromessi. Il secondo a fine 2014, con oltre 500 milioni di account compromessi. E se pensavate che tutto questo ormai è acqua passata, preparatevi pure a cambiare idea.

La società ha appena rilasciato un comunicato dove al suo interno viene specificato che nell’attacco del 2013 sono stati violati tutti quanti gli account presenti nel database a quell’epoca: ben tre miliardi di account! E questo dato ha praticamente triplicato le dimensioni del furto di dati più grave della storia. La consolazione è che non sono state carpite né password in chiaro né altre informazioni che potessero portare al furto di denaro (numeri di carte di credito o di conti correnti, per esempio).

Il documento in cui viene rivelata l’informazione (un PDF presso il sito della Security and Exchange Commission, che ironicamente è stata hackerata pure lei recentemente) indica genericamente che, “dopo l’acquisizione di Yahoo da parte di Verizon e durante l’integrazione, la società ha raccolto nuove prove” con l’aiuto di esperti esterni.

Ormai sono passati quattro anni, quindi non c’è molto da fare lato contromisure; in ogni caso, Yahoo sta provvedendo ad avvisare tutti gli utenti aggiuntivi.

Francesco Bruno

Autore

Francesco Bruno

Francesco Bruno, appassionato di informatica dall'età di 14 anni. Da allora ha assimilato, con costanza, conoscenze ed esperienze riguardante in particolare l'hardware e l'overclock di essi. Passione che negli ultimi anni si fonde con quella per la Grafica 3D, e con l'impiego di alcuni dei più noti programmi del settore gli hanno permesso di studiare in visualizzazione architettonica fotorealistica. Dal 2013 su ReHWolution come newser e recensore di hardware, ruolo desiderato sin dal 2009, periodo in cui per la prima volta entra a far parte nel mondo delle comunità informatiche.

Leggi anche...

Altri Post