Gli sviluppatori originali di F.E.A.R. annunciano ‘Betrayer’

Commenti

Gli sviluppatori originali di F.E.A.R. annunciano Betrayer

Blackpower Games, lo studio indie con sede a Seattle fondato da ex-sviluppatori di Monolith (meglio conosciuti come il team creativo responsabile del primo F.E.A.R.), ha svelato oggi Betrayer. Il gioco di debutto dello studio è descritto comeun “gioco d’azione in prima persona inquietante e suggestivo” per PC.


Betrayer è un FPS open world dalle tinte noir, focalizzato principalmente sull’atmosfera e sulla sensazione di mistero, e caratterizzato da un particolarissimo stile grafico che ricrea la Virginia coloniale con un originale filtro in bianco e nero. La storia (ispirata alla vera storia della colonia di Roanoke) verrà narrata attraverso incisioni e documenti sparsi nel mondo di gioco, che spiegheranno ciò che è accaduto in un misterioso insediamento britannico abbandonato.

Inizialmente il gioco era stato creato a colori, ma gli sviluppatori hanno notato che senza di essi l’atmosfera diventava molto più angosciante e opprimente: per aumentare ulteriormente il senso di impotenza del giocatore, lo studio ha pensato bene di privarlo di qualunque informazione visibile su schermo. Si potrà consultare una mappa che indicherà i luoghi scoperti e gli indizi raccolti nelle varie zone, ma a parte questo la visuale sarà priva di HUD, frecce direzionali e qualsiasi altro strumento di aiuto. Tramite un tasto sarà possibile ascoltare con più attenzione l’ambiente attorno a noi, per scoprire gli indizi che ci circondano in base alla distanza da essi.
Nonostante l’aspetto realistico il sistema di controllo utilizzerà soluzioni molto arcade, come lo sprint infinito e un sistema di mira con l’arco simile a quello visto in Far Cry 3, ma adotterà anche meccaniche piuttosto “hardcore” ispirate a giochi come Dark Souls: infatti, in caso di decesso, il denaro acquisito rimarrà nel nostro cadavere, e dovremo recuperarlo facendo attenzione a non morire una seconda volta.
Il gioco sarà acquistabile a 15$ con Accesso Anticipato su Steam, il 14 Agosto.

Ciro Sdino

Autore

Ciro Sdino

Direttore responsabile di ReHWolution, con la passione per qualsiasi cosa funzioni con un processore fin dal lontano 1995, anno in cui "misteriosamente" la sua CPU avviò un processo di fusione nucleare nel case. Da allora, con impegno e imparzialità analizza hardware e software di ogni tipo, con un occhio di riguardo per l'overclock.

Leggi anche...

Altri Post

Commenti su questo articolo