Netgear presenta i ReadyNAS per lo storage domestico e aziendale

Commenti

Netgear presenta i ReadyNAS per lo storage domestico e aziendale

Netgear, azienda con sede in California famosa per i componenti dedicati al networking, aggiunge al proprio portfolio quattro prodotti dedicati al NAS (networked-attached-storage) con i nuovi ReadyNAS destinati sia ad uso domestico che alle medie imprese. Equipaggiati con il nuovo OS 6, e pensati per la condivisione, gestione e salvaguardia dei dati sensibili, i ReadyNAS di Netgear sono caratterizzati da buone performance e capacità di scalabilità oltre a giungere sul mercato con un ricco corredo software che prevede ovviamente diverse altre opzioni come il ReadyCloud.

Come vi abbiamo accennato poco sopra, la nuova linea è composta da 4 modelli, tre desktop e un rackmount 1U, dove vi mostriamo i dettagli subito sotto:

  • ReadyNAS 100 (RN102xx, RN104xx): soluzione entry-level per uso domestico da due o quattro baie venduta con o senza dischi.
  • ReadyNAS 300 (RN312xx, RN314xx, RN316xx): ideale per le piccole reti lavorative e uffici disponibile con  due o quattro baie.
  • ReadyNAS 2120: unità con form-factor Rack 1U destinato ai piccoli datacenter e dotato di 4 baie
  • ReadyNAS 500 (RN516xx): modello di punta per le piccole e medie imprese con 6 baie e possibilità di condivisione fino a 250 uenti

Tutti i ReadyNAS supportano inoltre dischi rigidi da 4 Terabyte e possono sfruttare la piattaforma genie+ marketplace, ricca di numerose applicazioni e nuove idee di svluppatori che contribuiscono costantemente alla comunity. I prezzi dei NAS variano in base alla configurazione: 199 e 449 dollari per il modello 100 e  300, mentre per i modelli 2120 e 500 occorre sborsare 1299 dollari.

 

Francesco Bruno

Autore

Francesco Bruno

Francesco Bruno, appassionato di informatica dall'età di 14 anni. Da allora ha assimilato, con costanza, conoscenze ed esperienze riguardante in particolare l'hardware e l'overclock di essi. Passione che negli ultimi anni si fonde con quella per la Grafica 3D, e con l'impiego di alcuni dei più noti programmi del settore gli hanno permesso di studiare in visualizzazione architettonica fotorealistica. Dal 2013 su ReHWolution come newser e recensore di hardware, ruolo desiderato sin dal 2009, periodo in cui per la prima volta entra a far parte nel mondo delle comunità informatiche.

Leggi anche...

Altri Post

Commenti su questo articolo