EVGA X79 Dark

EVGA ha presentato ufficialmente una nuova scheda madre basata su chipset X79, nominata per l’appunto  X79 Dark,.

Questa nuova MB è quindi dotata di socket 2011, è quindi in grado di ospitare le attuali CPU che ricoprono questo segmento, ovvero il Core i7 3820, il 3930K, il 3960X e il 3970X.

La MB in questione sarà compatibile con le nuove CPU Core i7 4820K, 4930K e 4960X, basati su architettura Ivy Bridge-E a 22 nanometri.

EVGA X79 Dark

La MB si presenta in formato E-ATX, accreditata delle seguenti dimensioni, 304,8 x 263,5 millimetri. A tal proposito raccomandiamo un’attenzione particolare qualora la si volesse montare in un case, per evitare spiacevoli sorprese.

Data la natura estrema, per alimentare questa scheda sono necessari un connettore ATX a 24 pin e due soluzioni EPS a 8 pin. Il PCB è composto da 12 strati, e non manca un VRM costituito da 12+2 fasi per la CPU, quattro fasi per la memoria e la possibilità di gestire l’alimentazione di ogni singolo slot PCI Express.

Proprio di quest’ultimi ne sono presenti ben 5 di tipo x16 (ovviamente 3.0), configurabili in diverse modalità (due slot x16, oppure 3 x8 o 4 x8). C’è anche uno slot PCI Express x4 e quattro connettori per le ventole.

EVGA X79 Dark

Per il comparto RAM gli slot DIMM sono otto e supportano fino a 64 GB di memoria DDR3 a oltre 2400 MHz, supportando ovviamente la modalità quad channel.

Per quanto riguarda l’archiviazione la dotazione è davvero completa, la casa madre ha previsto la presenza di ben sei porte SATA 6 Gbps interne, due gestite dal PCH X79 e quattro da un controller di terze parti. L’X79 controlla quattro porte classiche SATA 3 Gbps. La dotazione per lo storage termina con l’adozione di  due porte  eSATA a 3 Gbps controllate da un chip Marvell

Presente l’audio in alta definizione a 7.1 canali gestito da un chip Realtek ALC898.

La donazione IO è forte di due interfacce Gigabit Ethernet, sei porte USB 3.0 gestite dal chip ASMedia ASM1042, 10 USB 2.0 e il Bluetooth 2.1.

EVGA X79 Dark

Non manca il supporto al dispositivo propietario  dedicate agli overclocker denominato  EVBot per controllare e gestire alcuni parametri in modo rapido e diretto, dalle tensioni alle frequenze.

Gabriele Di Lorenzo

Autore

Gabriele Di Lorenzo

Cofondatore di ReHWolution e Chief Technical Officer, responsabile del testing avanzato di tutto l’hardware che passa nelle mani della redazione. Oltre a questo, è grazie a lui che (quasi) ogni anno si svolge il WinterClock, evento invernale di ReHWolution dedicato all’overclock estremo e aperto al pubblico.

Leggi anche...

Altri Post