Sapphire Radeon R9 Fury Tri-X OC 4GB HBM | Recensione

Nessun commento

Una linea di GPU uscita in concomitanza con la serie Rx 300 è la serie Fiji, caratterizzata al momento da 3 schede video di fascia alta: la R9 Fury, la R9 Fury X e la R9 Nano.

Sapphire Radeon R9 Fury Tri X OC 4GB HBM | Recensione

Mentre queste ultime due sono caratterizzate da un prezzo di 649$ (720€) e sono mosse dalla stessa GPU Fiji XT, la prima è una versione ridotta nel numero di Stream Processors, che invece dei soliti 4096 sono “solo” 3584. Sapphire, insieme ad Asus, è uno degli unici due partner ad offrire soluzioni custom per questa GPU. Oggi andiamo ad analizzare la versione Tri-X OC della Radeon R9 Fury, che si differenzia dal modello reference per un overclock di 40 MHz sulla GPU, ed è mossa dallo stesso tipo di memorie HBM di quest’ultima.

Il verdetto di ReHWolution

Sapphire Radeon R9 Fury Tri-X OC 4GB HBM

"Una scheda veloce, mossa da una GPU tutta nuova e che porta competitività da parte di AMD nei confronti di NVIDIA. La Sapphire R9 Fury Tri-X è una gran bella scheda che riesce a muovere fluidamente qualsiasi gioco le si dia in pasto."

Pro

  • Scheda veloce
  • Efficienza energetica di gran lunga superiore alle precedenti schede grafiche AMD
  • Più veloce della GTX980 a pochi euro in più

Contro

  • Overclock di poco conto sul nostro sample

Breakdown

  • 100%
Ciro Sdino

Autore

Ciro Sdino

Direttore responsabile di ReHWolution, con la passione per qualsiasi cosa funzioni con un processore fin dal lontano 1995, anno in cui “misteriosamente” la sua CPU avviò un processo di fusione nucleare nel case. Da allora, con impegno e imparzialità analizza hardware e software di ogni tipo, con un occhio di riguardo per l’overclock.

Commenti su questa Recensione