ASRock Fatal1ty X299 Gaming i9 XE

Nessun commento

Il lancio delle CPU Intel su piattaforma X299 e LGA2066 ha rinfrescato decisamente la scena high end del mercato, e ovviamente i produttori, seguendo il lancio di CPU fino a ben 18 cores, con un impressionante TDP di 165 W e consumi energetici decisamente superiori alle generazioni precedenti.

Visto, però, che il lancio delle CPU Intel di ultima generazione è stato fatto a “scaglioni”, i produttori, per ottimizzare i tempi, hanno lanciato i modelli più “tosti” dal punto di vista dell’alimentazione per ultimi. Proprio per questo, oggi, vi parleremo della versione sotto “steroidi” di una motherboard di ASRock che abbiamo recensito nelle scorse settimane.

La Fatal1ty X299 Professional Gaming i9 (che abbiamo recensito a Settembre QUI) è stata una gran bella sorpresa, sia sul fronte delle prestazioni che della qualità costruttiva, con una sezione di alimentazione potente, connettività estesa, un design unico abbinati ad un prezzo abbastanza proibitivo. C’è da dire, però, che la scheda madre era stata recensita con una CPU i5 7640X, il processore meno potente dell’intera lineup LGA2066, e anche il meno esoso in termini di corrente.

Oggi, per rendere giustizia sia alla piattaforma HEDT di Intel sia al lavoro svolto da ASRock, vi proponiamo la recensione dell’edizione XE della suddetta scheda madre in abbinamento con un processore Intel Core i9 7920X, con ben 12 core e 24 thread di potenza. Buona lettura!

Il verdetto di ReHWolution

ASRock Fatal1ty X299 Gaming i9 XE

"La X299 Gaming i9 XE è sorprendente sotto tutti i punti di vista, che si tratti di features o di stabilità o di temperature d'esercizio o di performance, per non parlare, ovviamente, dell'overclock."

Pro

  • Dissipatori per fasi di alimentazione maggiorato
  • Doppio connettore EPS 8 pin
  • Overclock semplicissimo

Contro

  • Nulla da segnalare

Breakdown

  • Design, qualità costruttiva e software 100%
  • Performance e overclock 100%
  • Compatibilità e connettività 100%
  • Prezzo 100%
Ciro Sdino

Autore

Ciro Sdino

Direttore responsabile di ReHWolution, con la passione per qualsiasi cosa funzioni con un processore fin dal lontano 1995, anno in cui "misteriosamente" la sua CPU avviò un processo di fusione nucleare nel case. Da allora, con impegno e imparzialità analizza hardware e software di ogni tipo, con un occhio di riguardo per l'overclock.

Commenti su questa Recensione